developer

developer

  • Il topic è vuoto.
Stai visualizzando 11 post - dal 1 a 11 (di 11 totali)
  • Autore
    Post
  • #1990
    uogio
    Membro

    io credo che dubai per le costruzioni possa equivalere alla ns ex-parmalat , cirio , bond argentini ecc qualcuno mi dica se sbaglio . grazie

    #15045
    nicola
    Membro

    Sbagli. Dubai è un emirato che equivale ad uno stato federale. A Dubai o con Dubai lavorano oltre 4.5 milioni di individui, che si tratti di entità commerciali, persone o altro, ma vi sono migliaia di aziende, alcune di queste hanno operato e operano ancora seriamente e chi ha investito con loro oggi si trova in buone mani. Come in Italia vi è l’esempio di Parmalat, qui vi sono probabilmente delle omonimie ma non è la regola. Non lavoro nel settore immobiliare, ma ho comprato casa con EMAAR nel 2007. Al contrario di altri per me non é stato un investimento speculativo ma ci vivo assieme alla mia famiglia e non ho lamentele, anzi sono totalmente soddisfatto. Altri invece che hanno creduto agli utili facili hanno preso delle cantonate ma così è dappertutto, non solo a Dubai.

    #15046

    Beh, concordo in pieno con Nicola. Tanto più che molti dei progetti “problematici” hanno origine dalle nostre parti…
    Se poi si pensa alla situazione del complesso residenziale di Milano “Santa Giulia” ed a tutti i problemi che sta avendo il costruttore, con conseguenti enormi disagi e rischi per gli acquirenti (che hanno pagato cifre incredibili) allora non si può certo negare che tutto il mondo è paese…
    Ciao!
    DubaiLegal.it

    #15049
    uogio
    Membro

    queste mie amiche hanno pagato tutto da circa diciotto mesi fa’ a prezzi carissimi quindi non speculativi nella speranza di una pensione futura 8% come te la vendono loro . il my tower è sotto i vostri occhi io son solo ambasciatore !

    #15051
    emiramax
    Membro

    Ricordando un film del grande Totò, c’è anche gente che ha comprato la fontana di Trevi…..

    #15054
    nicola
    Membro

    Caro amico, a Dubai ci sono centinaia di costruttori. Il forum è uno strumento sociale senza scopo di lucro, non capisco quale responsabilità attribuisci ad esso. Ad un amico in Italia hanno rifilato una enciclopedia che non voleva con un trucco. E allora? Che famo? Siccome sei italiano dico che sei un truffatore? Ma vogliamo essere seri per favore?

    #15059
    Anonimo
    Inattivo

    Qualcuno di voi l’ha capito, qualcun altro invece legge le favole quando va a dormire. Dubai oggi difatto, anche se non volutamente, e’ il piu’ grande caso di frode immobiliare nel sistema solare. Non si salva nessuno. Nemmeno lo sceicco. Comportamenti scandalosi di societa’ sia sotto il Governo, sia di societa’ private, tutela legale uguale a zero a fronte di contratti che piu’ di pulirti il sedere non servono. L’immagine e’ compromessa anche se restera’ una citta’ rifugio per i popoli del terzo mondo. Stime parlano di 80 millardi di dollari di debito. La realta’ e che i debiti sono ben piu’ alti. Il motivo per cui non si legge molto di cio’ e’ perche’ chi ha crediti vuole evitare di alzare la voce per non comprometterne l’improbabile recupero. Se Dubailegal mi cita casi di gente o contractors che hanno avuto i soldi indietro si faccia avanti, prego.

    #15062
    emiramax
    Membro

    Oh mamma mia, ci risiamo….

    #15064
    nicola
    Membro

    Italy, tu ed io ci conosciamo. La pensiamo in modo diverso su alcune cose mentre su altre la vediamo allo stesso modo. La povera regolamentazione di Dubai ha attratto troppi investimenti che altrimenti non riescono piú a lavorare in occidente. Tra questi, come spesso accade, anche molti avventurieri la cui missione probabilmente non è trasparente e altrettanto legale profittando di un terreno fertile oltre che vergine. Ma su una cosa mi sento di dissentire, anche se da profano del settore immobiliare come mi sono sempre dichiarato, ovvero che di tutto venga fatto un unico calderone. In un altro intervento ho portato l’esempio di Emaar. Ci sono progetti incompiuti da parte di Emaar che ad oggi è il piú grande developer al mondo e il principale costruttore di Dubai? Che io ne sappia (e tu meglio di me visto la tua diretta affiliazione) non ci sono progetti incompiuti se non il Burj Dubai che è slittato per svariati motivi ma è in via di completamento. Inoltre mi preme di far notare che molti si sono avventurati in un investimento venduto in Italia senza premunirsi della dovuta assistenza legale che io ritengo doverosa quando ci si butta su investimenti al di fuori dei confini domestici. Ma tre quarti di Dubai Marina mi sembrano costruiti. O sbaglio? La Palma di Jumeirah (dove personalmente non avrei mai acquistato neanche uno sgabuzzino) peró c’è e la gente ci vive. Speculazioni andate a male? Sono problemi di chi ha investito, per questo si chiamano speculazioni, perché come dice la parola stessa è una pratica di chi scommette e le scommesse si sa hanno ben poco di certo. Io nel mio acquisto non ci ho perso una lira, forse perché vivendo qui mi sono affidato di piú all’esperienza e al fatto che comunque ci vivo e non al desiderio di vivere di rendita e guarda caso chi come il sottoscritto vive a Dubai da diversi anni ancora non ne ho conosciuto nemmeno uno su centinaia che si sono ritrovati in mano solo pezzi di carta.

    Ma per favore, faccio anche riferimento ai tuoi interventi di un anno fa o piú. Posso capire che hai cambiato idea su Dubai, è un tuo legittimo e inalienabile diritto, ma non condivido la coincidenza che i sentimenti, (i tuoi in questo caso) siano legati al mancato profitto dovuto al collasso (in parte prevedibile) di questo mercato che peró per anni ha ingrassato una larga parte di operatori immobiliari, forse troppi.

    Infine, facciamo le dovute distinzioni. A Dubai vi sono state delle truffe come del resto non mancano neanche da noi, ma quello di usare facili equivoci del tipo Dubai=truffa è un atteggiamento oltre che sbagliato e legalmente perseguibile, è anche in cattiva fede.

    #15066

    Ciao Italy,
    per mia esperienza professionale ti posso dire che allo stato non ho visto restituire soldi, questo perchè l’unico modo per arrivare a tale soluzione è l’azione legale che io al momento sconsiglio vivamente.
    Ma ti assicuro che anche in Italia la situazione è simile se non peggiore.
    Tu mi dirai, e perchè mai?
    Semplicemente perchè sto invece spesso ottenendo e comunque vedendo la tendenza dei costruttori (più seri, ovviamente) ad acconsentire a swap o accorpamenti, permettendo quindi al cliente di passare da una proprietà sulla carta ad una proprietà fatta di mattoni.
    Ebbene, qui in Italia attualmente sai cosa succede ai costruttori che non ne hanno più… facile, portano i libri in Tribunale e chiedono un concordato preventivo al 5% o addirittura il fallimento in proprio. E gli acquirenti a leccarsi le ferite.

    Ecco, questa è la mia testimonianza ad oggi.

    Ciao!

    DubaiLegal.it

    #15083
    pippoz77
    Membro

    Son calate le vendite eh?!?!?;)

    Un anno fa eri pappa e ciccia con MoMo, ora sputi nel piatto dove, presumo, hai lautamente mangiato.
    Io non nego che ci sia stato un calo, ma i dati degli ultimi due mesi, compresi i contratti chiusi o in chiusura, rappresentanto più che una semplice speranza.

    Detto questo, i progetti “incriminati” sono sempre e solo quelli, e per quanto riguarda refunds ho le prove concrete che, lavorando con partner seri, si possano trovare soluzioni interessanti per chi ha acquistato.

    Concordo pienamente poi con Dubailegal per quanto concerne la situazione in altri lidi dell’intero sistema solare:) (Santa Giulia è solo il caso più eclatante)

    ItalyinDubai ha scritto:


    > Qualcuno di voi l’ha capito, qualcun altro invece
    > legge le favole quando va a dormire. Dubai oggi
    > difatto, anche se non volutamente, e’ il piu’
    > grande caso di frode immobiliare nel sistema
    > solare. Non si salva nessuno. Nemmeno lo sceicco.
    > Comportamenti scandalosi di societa’ sia sotto il
    > Governo, sia di societa’ private, tutela legale
    > uguale a zero a fronte di contratti che piu’ di
    > pulirti il sedere non servono. L’immagine e’
    > compromessa anche se restera’ una citta’ rifugio
    > per i popoli del terzo mondo. Stime parlano di 80
    > millardi di dollari di debito. La realta’ e che i
    > debiti sono ben piu’ alti. Il motivo per cui non
    > si legge molto di cio’ e’ perche’ chi ha crediti
    > vuole evitare di alzare la voce per non
    > comprometterne l’improbabile recupero. Se
    > Dubailegal mi cita casi di gente o contractors che
    > hanno avuto i soldi indietro si faccia avanti,
    > prego.

Stai visualizzando 11 post - dal 1 a 11 (di 11 totali)
  • Devi essere connesso per rispondere a questo topic.