Incubo Etisalt, qualche suggerimento ?

Incubo Etisalt, qualche suggerimento ?

Forums Forum In generale su Dubai Incubo Etisalt, qualche suggerimento ?

  • Il topic è vuoto.
Stai visualizzando 4 post - dal 1 a 4 (di 4 totali)
  • Autore
    Post
  • #1824

    Ciao a tutti, con il passare dei giorni crescono le esperienze e le conoscenze del luogo, tra queste ahimè anche qualcuna negativa- Taccio sul Consolato Italiano, vi riporto brevemente invece l’incubo che sto vivendo con Etisalat, in particolare oggi è stata una giornata allucinante, e non è ancora finita.

    Ho preso Etisalat come gestore (mi era parso più organizzato di DU) sia per la telefonia mobile che per il collegamento a Internet.
    Purtroppo, stamattina alle 7.00 ho scoperto di aver esaurito il plafond del mio abbonamento 3.5G 5GB malgrado la statistica di conenssione mi desse ancora oltre 600MB disponibili.
    Ho chiamato l’assistenza di Etisalat, o meglio ho iniziato a chiamre per un numero di volte di cui ho perso il conto, il 101 e il 125.
    Ogni volta un operatore mi raccontava una storia diversa e mi dava una diversa sequenza di numeri (le opzioni del menu) con esito sempre e comunque negativo.
    Ho optato per upgradare al livello superiore, il 10GB e sono uscito per caricare 460 AED sulla carta (già perchè io non sono ancora residente e, malgrado io sia un utente registrato Etisalat, Etisalat non accetta carte di credito internazionali…) per poi scoprire che anche se risultavano pagati (a terminale) in realtà non erano ancora caricati sul conto e dovevo attendere un’altra ora.
    Passata anche quella, altro giro di chiamate a vuoto, ed ora mi sento dire che devo tornare fuori, cercare un fantomatico Al Khalid Center, dopo le nove – ora hanno il BRUNCH ! – ed effettuare la cancellazione dell’abbonamento da 5GB e solo dopo potrò effettuare l’upgrade a 10GB. Questo nelle buone intenzioni dell’ultimo operatore, vedremo cosa mi riserverà la passeggiata.

    E per questo fantastico servizio (un vero muro di gomma, i nostri call center sono dei pivellini in confronto a questi) vado a pagare dalle quattro alle cinque volte quello che in Italia mi costerebbe una FLAT (FLAT=Senza limiti di tempo e consumo) a pari velocità.

    Sono davvero esterrefatto. Senza parole.
    Cose da terzo mondo. E non esiste la possibilità di configurarsi il servizio online, non ci sono istruzioni, nulla di nulla.
    Tra l’altro mi sono dovuto comperare anche il modem USB malgrado ne avessi già uno, esattamente identico, ma in assenza di parametri di configurazione era come giocare al lotto.
    Non sono esattamente un novellino in termini di connettività, su Internet ci lavoro a tempo pieno dal 1995 e già dagli anni 80 avevo a che fare con modem, BBS e connessioni varie. Ma qui c’è davvero poco da fare.

    Per il momento sono rassegnato a tenermi quello che ho (sempre nella speranza di avere ancora qualcosa, per il momento ho pagato e non ho nè il servizio vecchio nè quello nuovo) ma a breve, appena troverò una sistemazione dfinitiva, vorrei avere un collegamento decente, FLAT e possibilmente senza dovermi svenare.

    Voi come fate in proposito ? Qualche consiglio ? Per me un collegamento veloce e 24H 7 su 7 è assolutamente vitale.

    Tengo a precisare che la mia non vuole essere una critica feroce verso Dubai e gli UAE, solo la sconsolata constatazione di un modo di fare che non degna di una minima considerazione gli utenti.

    Ora vado, e spero di portare a casa un risultato (per chi se lo stesse chiedendo, ora sono connesso in WIFI con il servizo dell’albergo che però alla lunga mi costa una fortuna).

    Paolo

    #14374

    Al Khald Center, presso gli uffici Etisalat, ho risolto la cosa, sono stato fermo, risoluto ed inflessibile ripondendogli picche ed esprimendogli tutto il mio disappunto, mi sono trovato di fronte ad una proposta inaccettabile (sul piano formale e dei principi) ovvero al fatto di dover pagare di nuovo come unica soluzione rapida.
    Ho protestato ancora, mi hanno pazientemente ascoltato, cercato di comprendere l’accaduto, ed effettivamente hanno tentato di risolvermi il problema.
    Poi ho dovuto arrrendermi di fronte alla buona volontà ed all’evidenza dei fatti che il loro sistema informatico è ancora più impenetrabile del muro di gomma di cui sopra.
    Ho pagato altri 460 AED (gli altri mi saranno riaccreditati sul conto) abbiamo chiuso il mio precedente abbonamento ed attivato immediatamente uno nuovo. Mi sono personalmente scusato con i due funzionari che, va detto, sono stati assolutamente collaborativi e pazienti.

    Ciò non mi fa cambiare opinione sul come Etisalat gestisce un servizio nevralgico come le comunicazioni.

    Se i vari operatori che nel corso della giornata mi hanno raccontato un mucchio di baggianate mi avessero subito suggerito (come finalmente ha fatto l’ultimo alle otto della sera) di recarmi al Khalid Center (in giornata ero stato a fare la spesa alllo Spinney’s proprio di fronte) avrei risolto subito, con un unico pagamento, senza arrabbiature e non avrei perso un giorno inutilmente.

    Nell’incredibile calca di quell’ufficio, affollatissimo alle 10 di sera, mentre attendevo il mio turno al customer service ho avuto modo di rendermi conto dell’inefficienza del sistema. Una delle addette al customer service ha dedicato circa 60′ ad un cliente per un banale problema di incompletezza del package 3G che aveva acquistato (telefonino + servizio). Ho notato che almeno un’altra stava gestendo una situazione simile. E’ un problema comprensibile e può capitare che manchi qualcosa o che qualcosa non funzioni.

    Con i costi odierni delle moderne tecnologie (alla fonte un telefonino gli costa una cifra ridicola) è impensabile dedicare 60′ di tempo a una cosa simile riempiendo moduli e tenendo in coda altri clienti. In una qualsiasi azienda occidentale una cosa simile ti fa saltare da un giorno all’altro. Cambiagli la confezione con una nuova e fine, che stai a perdere tempo ? Quel package gli è costato quattro volte ed ha creato un disservizio facendo aspettare inutilmente altri clienti.

    Comprendo che sto ragionando ancora secondo i parametri ed i costi occidentali, ma queste cose sono importantissime. Si tratta di efficienza del sistema.

    Comunque, attendo sempre i vosti suggerimenti riguardo la scelta più conveniente per l’abbonamento internet residenziale.

    Ciao
    Paolo

    #14375
    nicola
    Membro

    Pavel,
    anche io mi sono scontrato con Etisalat ma per consolarti ti dico Du prima di chiamarsi du si chiamava Sahm che poi é stato acquistato da Dubai Internet City. Io sono arrivato a Dubai nel 2004 e mentre con etisalat la connessione della linea telefonica e di internet avveniva in giornata, con Sahm ci misero quasi due settimane, un incubo. Poi il servizio é migliorato e oggi sono ben felice di utilizzare DU che non obbliga all’acquisto di alcun modem, internet é via cavo e via.

    Non sono solito a fare i paragoni con il bel paese, ma non tantissimo tempo fa Telecom ci misero circa un mese per allacciarmi la linea con il privilegio che in Italia li puoi insultare quanto vuoi tanto ci sono abituati. Altrimenti ti posso raccontare di un amico esercente alberghiero in Sardegna che (guarda caso) il giorno prima di ferragosto l’unica linea analogica (aspetta la connessione DSL da oltre un anno) gli hanno ripristinato la linea una settimana dopo, con tutti i problemi che ha dovuto accusare, oltre che senza telefono anche senza POS per pagamenti con carte di credito, altro che terzo mondo…

    C’é da dire peró che mentre si puó scegliere operatore di telefonia mobile, lo stesso non vale per quello di telefonia fissa, infatti, a meno che non abbiano cambiato la cosa da poco, alcune aree della cittá sono esclusivamente servite da DU mentre altre (quelle vecchie) da Etisalat.

    #14329

    Nicola, no effettivamente fare paragoni con l’Itaia non è proprio il caso, specie nel settore TLC.
    Con Telecom ho avuto delle storie da poterci pubblicare un libro, solo una merita essere raccontata perchè esemplare:
    improvvisamente mi salta la DSL, per fortuna avevo ancora la borchia ISDN (in quel periodo ero senza patente per un mese) panico, stavo disegnando stampi per fanali auto e i miei file erano necessari quotidianamente a circa 90Km di distanza! Due giorni dopo mi salta anche la ISDN. Proprio un bel periodo. Con Telecom avevo un contratto business che li obbligava a ripristinare il servizio entro le 48 H. La ISDN me l’hanno effettivamente ripristinata in un paio d’ore. La DSL buio totale. La cosa si è protratta per 15gg fino a quando, parlando un’ennesima volta con il call center, l’operatrice di Roma nel sentire la voce “design” nella mia ragione sociale mi dice di essere una designer anche lei e in procinto di lasciare Telecom perchè finalmente aveva trovato lavoro in uno studio.
    Fortuna volle che la ragazza fosse anche in relazione piuttostro stretta con un capo area Telecom del Veneto. Lo chiama al telefonino personale, questo a sua volta (fatta una rapidissima verifica) chiama il capo sezione di Udine e…cosa trovano ? Che durante una manutenzione qualcuno aveva erroneamente spostato la connessione della DSL sulla borchia (disattivata) della mia vecchia terza linea sulla quale precedentemente avevo il fax. Spostata la connessione sulla borchia giusta, la connessione è magicamente riapparsa.Tempo intervento: 15 secondi.

    Per 15gg avevano giurato e spergiurato di avere effettuato ogni sorta di controllo, di rilevare un segnale disturbato … un forte rumore di fondo, una elevata caduta di tensione e di star valutando la possibile opzione di sostituire la linea (stiamo parlando di un cavo intero, non di un singolo doppino !) e via discorrendo. Tutte frottole ovviamente, dato che essendo connesso sulla borchia sbagliata non potevano rilevare alcun segnale, proprio come avevano verificato da Padova in pochi secondi.

    E questa è solo una delle tante, però c’è da dire che l’elevata concorrenza ha fatto davvero bene. Negli ultimi anni io sono stato collegato con un operatore privato (non uno dei grandi delle TLC) e mi sono trovato benissimo sia per internet che per la fonia.

    Qui a Dubai, francamente, speravo di trovare una situazione diversa, visto che la connettività è fondamentale in una società di questo tipo.

    Quello che mi lascia maggiormente perplesso è la farraginosità del sistema. E’ complicatissimo, ti obbligano a dei giri veramente tortuosi per delle operazioni semplicissime che potrebbero essere gestite autonomamente online una volta che uno diventa cliente registrato ed accede in modalità protetta al proprio profilo. In effetti io mi aspettavo che funzionasse così.

    Ho capito che il personale costa poco e si vuole fare lavorare più persone possibile, lo si vede anche nei negozi e nei supermercati, però un’azienda dovrebbe mirare anche all’efficienza del servizio, Questo mi pare manchi totalmente come obiettivo (e in parte anche come richiesta, ho notato una sorta di apatia e di rassegnata accettazione del modus operandi da parte dei clienti).

    Quindi, tornando alla mia prossima esigenza ? Dipenderà principalmente dall’area di residenza ?

    Grazie ancora

    Paolo

Stai visualizzando 4 post - dal 1 a 4 (di 4 totali)
  • Devi essere connesso per rispondere a questo topic.