Lo sforzo del RERA per riportare fiducia nel mercato

Lo sforzo del RERA per riportare fiducia nel mercato

Forums Forum Immobiliare [Abitare a Dubai] Lo sforzo del RERA per riportare fiducia nel mercato

  • Il topic è vuoto.
Stai visualizzando 12 post - dal 1 a 12 (di 12 totali)
  • Autore
    Post
  • #1338

    Segnalo che nei giorni scorsi è apparso su EmiratesNews un articolo che spiega quali passi sta muovendo il governo per far fronte alla crisi e mantenere alta (o riconquistare, dipende dai punti di vista) la fiducia degli investitori, soprattutto introducendo regole certe e ferree anche a costo di mettere in difficoltà i developers.

    Io non me la sento (ancora) di prendere posizione tra coloro che denigrano e coloro che esaltano Dubai, posso solo dire – da legale – che la “reattività” del governo dubaino e federale in tutti i campi (vedi anche il quasi certo rilascio del visto di residenza ai proprietari di immobili e l’emissione del bond da 20Mld $) è ammirevole e dovrebbe essere preso ad esempio dai nostri ingessatissimi governanti.

    Aggiungo che settimana scorsa sono stato al RERA ed alla Camera di Commercio, oltre che in giro per la città, e mi pare di aver visto comunque un ambiente in fermento e dinamico, cosa che non posso dire di vedere in Italia.

    Tornando alle questioni tecniche, nell’articolo si legge che l’agenzia governativa che governa il settore immobiliare (RERA) sta introducendo una serie di regole volte ad aumentare la tutela degli acquirenti finali degli immobili. I costruttori dovranno pagare il 100% del prezzo del terreno prima di iniziare a vendere “sulla carta” (c.d. off-plan) e dovrà aver versato fondi per almeno il 20% del progetto prima di iniziare la costruzione.

    Come ha dichiarato uno dei vertici del RERA, Marwan bin Ghalita, oltre a quanto sopra i costruttori dovranno legare il piano dei pagamenti allo stato di avanzamento dei lavori. Questa nuova regolamentazione diverrà operativa da Marzo.

    Sebbene il RERA abbia posticipato l’introduzione di un nuovo modello di contratto di compravendita, verrà entro breve previsto che i contratti debbano contenere una clausola che attribuisce all’acquirente un periodo di “ripensamento”, ovvero un periodo di 15 giorni in cui egli potrà recedere dal contratto altrimenti immediatamente vincolante per le parti.

    Ciao a tutti!!

    DubaiLegal.it

    #12636
    alfio
    Membro

    grazie x le delucidazioni!

    #12053

    Aggiungo a quanto sopra un’altra importante novità.

    Il RERA ha introdotto un processo di monitoraggio che sarà aggiornato mensilmente al fine di informare gli investitori sui tempi di gestione dei singoli progetti. Se andate sul sito del RERA (www.rpdubai.com) vedrete che è già attivo con gli indicatori (anche se non c’è ancora quasi alcun progetto).

    Il capo del RERA (bin Ghalita) ha affermato ad EmiratesNews che “per ogni progetto approvato da RERA ci sarà un controllo indipendente e progressivo dello stato lavori: gli investitori saranno presto in grado di verificare lo stato lavori dei propri progetti direttamente on line”.

    Sembra che Bin Ghalita abbia invitato il pubblico a non cadere preda di false informazioni che così spesso compaiono nei vari blogs ([,;,] ma di visitare invece il sito del RERA e dei singoli progetti per raccogliere le informazioni di cui si ha bisogno.

    Aggiungo che il sito non è sempre aggiornato per cui a volte conviene andare di persona al RERA per verificare la situazione.

    Ciao!

    DubaiLegal.it

    #12671
    dubai
    Membro

    purche sia aggiornato e preciso è una grandissima cosa, altrimenti potrebbe generare solo problemi (vedi lista developer e porgetti approvati gia esistente)

    comunque è lodevole vedere quanto sforzo facciano per ridare fiducia inquesto mercato e con che sollecitudine…penso che sia innegabile anche dai piu “negativi”….

    #12758

    Un ulteriore passo in avanti per dare sicurezza al mercato.

    Secondo quanto si legge su un articolo pubblicato ieri su Emirates Business, nel corso di questo mese il Governo di Dubai promulgherà una legge che istituisce un centro di conciliazione che avrà il compito di tentare di risolvere in via stragiudiziale le controversie immobiliari.

    Il “mediation centre” opererà sotto la supervisione del Tribunale di Dubai, sezione Property Court, e sarà operativo a partire da Aprile. Il suo compito è quello di accelerare la risoluzione di tutte le controversie in materia di proprietà immobiliare.

    La durata del tentativo di conciliazione non potrà essere superiore ad un mese dopodiché la controversia verrà sottoposta alla magistratura ordinaria. Il centro avrà rappresentanti anche del RERA (Real Estate Regulatory Agency) e della Property Court.

    Il centro di conciliazione tenterà di risolvere quanto più casi possibile e solo quelli non risolti verranno trasferiti alla magistratura ordinaria.

    La conciliazione servirà a ridurre la lista delle cause pendenti (che attualmente sono oltre 500) e potrà essere utilizzata per risolvere rapidamente quel tipo di controversie che si basano su una errata interpretazione delle norme di legge e delle previsioni del contratto da parte del compratore e/o del costruttore.

    Sottolineo che la conciliazione è al centro anche del progetto di riforma del processo civile che si sta discutendo in questi giorni al parlamento italiano.

    Ho svolto vari corsi di formazione in tema di conciliazione e vi posso assicurare che, se ben amministrata, rappresenta davvero uno strumento utilissimo per definire in modo rapido ed economico le controversie. Tanto più che attualmente la maggior parte delle “vertenze immobiliari” si basano su una non conoscenza dei diritti e degli obblighi delle parti, per cui l’intervento di un terzo super partes che possa spiegare ai contendenti le rispettive posizioni potrebbe portare alla rapida soluzione di molti conflitti.

    Avanti così!

    Ciao

    DubaiLegal.it

    #12761
    Anonimo
    Inattivo

    E’ una bella facciata, ma sotto e’ pieno di crepe. Per me possono creare anche 1000 centri di concilliazione ma se i costruttori hanno speso buona parte dei soldi che hanno raccolto, per costruire un edificio, che magari hanno a malapena iniziato e dispongono di poca liquidita’, aggiungendo poi il fatto che le banche non danno ancora credito, stai certo che la useranno per navigare attraverso la crisi nella speranza che “Inshalla” potra’ tirarli fuori dai casini. Quando la nave affonda ognuno cerca una sciallupa per se e degli altri non gliene frega meno. Questo e’ il mondo reale!

    #12866

    A proposito di mondo reale e di come la legislazione, alla lunga, influenzi comunque, volenti o nolenti, gli operatori economici, segnalo il seguente articolo apparso oggi su EmiratesNews (http://www.business24-7.ae/Articles/2009/3/Pages/03172009_1a6591af5bad44fb86515614eb45e9fb.aspx) in cui si dà atto che il developer del progetto Living Legends ha dichiarato di essersi già uniformato alle nuove direttive RERA e quindi: ha pagato il 100% del terreno ed immesso liquidità per il 20% del valore del progetto; ha comunicato ai suoi clienti di sospendere i pagamenti in attesa di fornire loro il nuovo piano di pagamenti che tenga conto – così come stabilito dal RERA – dello stato di avanzamento delle costruzioni.
    Quindi, mi pare che le cose si stiano muovendo…
    Ciao!
    DubaiLegal.it

    #12867
    dubai
    Membro

    un progetto “a caso” immagino…

    si sa se questo paghera delle penali (e a chi) visto che la consegna era stimata per dicembre 2008 e non è stato piantato nemmeno uno spillo nel terreno?

    #12869

    Per adesso non so nulla al riguardo, ma mi pare evidente che i problemi stanno emergendo uno ad uno.(ritardo nella costruzione, piano di pagamenti, mancato pagamento in escrow, mancata registrazione, etc.).
    Sicuramente la questione delle penali e dell’eventuale diritto alla risoluzione del contratto da parte dell’acquirente è un problema che deve essere affrontato, confido entro breve, con una normativa ad hoc (ad oggi si applicano le disposizioni del codice civile, il che significa andare quasi sicuramente in causa con inevitabili costi e lungaggini).
    Sul punto, però, temo (anche se spero di sbagliarmi) che verrà trovata una soluzione che non crei ulteriore pressione finanziaria sui costruttori….
    Ciao
    DubaiLegal.it

    #12871
    wats
    Membro

    Ciao. Quello che dici è molto importante ed interessante e te ne ringrazio sinceramente. Visto che ci sei hai idea di come possano essere garantite le affittanze promesse ed i famosi patti di riacquisto?
    Ti saluto.

    #12872

    Bisogna stare molto attenti ai soggetti contrattuali coinvolti, che spesso sono più d’uno.
    Bisogna quindi vedere sui documenti contrattuali chi ha garantito cosa e poi muoversi di conseguenza.
    Mi spiace essere così generico ma senza leggere con attenzione le carte non sono in grado (nè sarebbe corretto) dare pareri più approfonditi.
    Ciao!
    DubaiLegal.it

    #12875
    Anonimo
    Inattivo

    wats, dammi retta, anche se con il nome che hai ti si accenda la lampadina, diffida da chi ti promette tali formule. Nessuna legge a Dubai ti proteggera’ a fronte di simile contratti in caso di inadempienza da parte della societa’ che la promuove.

Stai visualizzando 12 post - dal 1 a 12 (di 12 totali)
  • Devi essere connesso per rispondere a questo topic.